LASER AGOPUNTURA


L’Agopuntura Scientifica Moderna rappresenta un’evoluzione dell’ Agopuntura Classica, che, nata nell’ambito della Medicina Tradizionale Cinese, si è poi sviluppata in diverse realtà culturali ed evoluta secondo differenti approcci di studio e di applicazione pratica.

L’Agopuntura Classica è un metodo diagnostico, clinico e terapeutico che si avvale dell’infissione cutanea di aghi metallici in determinate zone del corpo, invece l’Agopuntura Scientifica Moderna consiste nella neurostimolazione di particolari zone cutanee, i punti di agopuntura, tramite microcorrenti elettriche o la luce di un laser, senza l’impiego di aghi, in maniera non invasiva e indolore.

La luce laser agisce attraverso l’emissione di particelle elettromagnetiche (fotoni). I fotoni andando a colpire le cellule fanno si che queste emettano a loro volta altri fotoni, continuando la stimolazione di altre cellule: ecco perché si crea un effetto a cascata. Questo spiega come il laser abbia i suoi effetti ben più lontano dalla zona nella quale viene applicato.

A partire dai recettori nervosi situati nei cosiddetti punti di agopuntura vengono coinvolti tanto semplici riflessi corporei, quanto complessi circuiti neurologici. La ricerca di base ha permesso di individuare i principali effetti di questa terapia:

- vasomodulatore e trofico, che consente di regolare la circolazione sanguina nei diversi distretti corporei e ristabilire un corretto trofismo tissutale.

- antinfiammatorio e di regolazione del sistema immunitario, utile per la risoluzione delle patologie infiammatorie;

- antalgico, che si estrinseca a tre livelli: midollare, mesencefalico ed ipofisario, attraverso la secrezione di neuromediatori (dinorfine, enkefaline, catecolamine, endorfine).

- decontratturante-antispastico, che provoca il rilasciamento della muscolatura somatica e viscerale, utile nella terapia di numerose patologie algiche (lombalgia acuta, coliche addominali…)

- ansiolitico-antidepressivo e di modulazione dello stress, resi possibile dall’azione dell’agopuntura a livello del sistema limbico e della corteccia cerebrale e dalla regolazione secrezione documentata di numerosi neuromediatori (endorfine, serotonina, GABA…) implicati nei processi mentali.

- regolazione neuro-ormonale, che si estrinseca attraverso l’asse ipotalamo-ipofisario-gonadico ed altri meccanismi endocrinologici, il quale rende possibile il controllo dell’omeostasi.