PERCHE’ NAET?

Se siete arrivati su questa pagina, probabilmente la medicina occidentale ha esaurito le risposte ai vostri problemi di salute.

Significa che siete alla ricerca di soluzioni alternative o che siete a conoscenza di una persona che è guarita grazie al trattamento NAET; volete sapere che cos’è NAET, se fa al caso vostro e se davvero è efficace. 

Lo sviluppo del metodo NAET rappresenta un enorme contributo alla scienza della medicina energetica e si basa sulle più recenti informazioni provenienti dal mondo della ricerca sulle correlazioni dirette tra allergie e malattie. E’ in grado, attraverso il test biologico (che verrà descritto in seguito) di individuare l’allergene primario, elemento alla base di un un grande numero di problematiche e finora difficilmente identificabile attraverso i test allergologici. 

Con questo metodo, invece di eliminare sistematicamente le sostanze responsabili delle nostre intolleranze e allergie - cosa che complica la quotidianità, senza proteggerci dal rischio di un possibile ritorno dei sintomi, si reintroduce l’impronta energetica di tali sostanze, riportando l’organismo all’omeostasi.  

E’ un metodo sia preventivo che curativo; la sua ricerca è durata 20 anni, consentendo di approdare ad una metodologia che unisce strumenti diagnostici e terapeutici provenienti da diverse discipline, dall'allopatia alla chinesiologia, dalla chiropratica a procedure mediche derivate dall'agopuntura e dalla digitopressione.

NAET 

medicina energetica in grado di bilanciare il sistema immunitario attraverso trasferimento transdermico di rimedi omeopatici

“Se credi che un problema sia complesso, scindilo nelle sue piccole parti” Marco Aurelio  

Se si cerca solamente di eliminare un sintomo, così come accade nella medicina occidentale, la malattia passa in uno stato di clandestinità per poi riaffiorare con sintomi diversi a carico di un altro organo o tessuto.

Il come ed il dove possa evolvere la malattia non è affatto un mistero; il nesso causale tra patologie apparentemente diverse è evidente da una lettura sia sul piano neurologico riflesso, sia sul piano biochimico, sia sul piano chimico fisico (per interazione tra campi elettromagnetici di molecole diverse), sia sul piano unicamente fisico (il nostro corpo è un insieme di tessuti che per vivere producono energia e quindi interagiscono tra di loro). In ultima analisi si tratta del concetto di circolazione dell’energia dell’agopuntura; concetto spesso negato dalla medicina occidentale, quella stessa medicina che poi basa la diagnosi sugli elettroencefalogrammi o sugli elettrocardiogrammi (esami tramite cui possono essere lette le cariche elettriche del cervello e del cuore). 

Tutti gli esseri viventi sono generatori di campi elettromagnetici attraverso cui interagiscono con i loro simili e con l’ ambiente che li circonda.

La medicina tradizionale cinese aveva messo a punto delle strategie per evitare le terapie soppressive ed il mascheramento dei sintomi: ”quando hai un dolore, non curare il dolore, cura l.’organo”. E’ questo il principio di NAET.